Il Quadro Europeo delle lingue PDF Stampa E-mail

Image

Il Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue (Common European Framework of Reference for Languages) è la linea guida che indicare il livello di un corso linguistico e descrive i risultati conseguiti da chi studia le lingue straniere in Europa.

 

È’ stato messo a punto dal Consiglio d'Europa come parte principale del progetto Language Learning for European Citizenship (Apprendimento delle lingue per la cittadinanza europea). Suo principale scopo è fornire un metodo per accertare le conoscenze che si applichi a tutte le lingue d'Europa. Una risoluzione del Consiglio d'Europa ha poi raccomandato di utilizzare il Quadro per costruire sistemi di validazione dell'abilità linguistica.

 

I sei livelli di riferimento in cui il Quadro si articola - A1, A2, B1, B2, C1 e C2 - sono sempre più diffusamente accettati come parametri per valutare il livello di competenza linguistica individuale; gran parte degli enti certificatori delle varie lingue europee stanno ormai completando il passaggio alle nuove denominazioni dei livelli di conoscenza linguistica per le certificazioni da essi rilasciate.

Un paio di esempi tra i più noti? Il PET -  Preliminary English Test della University of Cambridge ESOL è una certificazione di livello B1, il First Certificate è di livello B2.

 

Nella compilazione di modulistica (formulari, domande di impiego, curriculum, ecc.) è utile fare rifermento ai livelli del Quadro di Riferimento Europeo, piuttosto che ad espressioni del tipo: "buona conoscenza della lingua...".

 

Dai un occhio al Quadro di riferimento per vedere che cosa “sai fare” in una lingua europea ai diversi livelli!

LINGUA INGLESE